LESIONI MUSCOLARI: COSA SONO?

Le origini delle lesioni muscolari sono varie. Conoscerle, e imparare delle precauzioni semplici ma realizzate con attenzione, vi permetteranno di diminuirne notevolmente i rischi di comparsa.

 

Da dove vengono le lesioni muscolari?

Sembra evidente che la prima causa di lesione risiede nella pratica di un'attività troppo intensa rispetto alle proprie capacità fisiche oppure alla ripetizione di gesti sbagliati. Ma anche gli sportivi più diligenti sono spesso vittime di lesioni muscolari; questa è la prova che entrano in gioco anche altri fattori. Non lo ripeteremo mai abbastanza, ma il riscaldamento così come lo stretching sono fondamentali per ogni pratica sportiva. I muscoli non possono sopportare senza preparazione la pratica intensiva – così come hanno bisogno di essere alleviati dopo lo sforzo. Allungandoli si allena la loro flessibilità, fondamentale per sopportare sforzi importanti. I muscoli non devono semplicemente essere forti ma anche flessibili per proteggersi dalle varie lesioni muscolari.

 

A questo si aggiunge il bisogno di idratarsi bene in modo continuo per la pratica ma anche a monte e a valle. Infatti, una mancanza d'acqua nell’organismo diminuisce fortemente le capacità fisiche. Infine, anche la stanchezza, spesso causata da un allenamento eccessivo, favorisce la comparsa di lesioni. Tocca a voi sapere fermarvi se necessario.

 

Le lesioni più comuni praticando il fitness

Le lesioni più comuni sono quattro, e ciascuna presenta le sue caratteristiche e richiede un trattamento specifico.

 

Il crampo: la lesione muscolare più frequente ma anche la meno grave, è prima di tutto causata da una mancanza di idratazione prima e durante lo sforzo e da un sovraccarico di lavoro sul muscolo in questione che non può sopportare lo sforzo imposto.

 

La contrattura: dolore simile a quello provocato da un crampo ma che dura di più e si fa soprattutto sentire dopo l'esercizio. Lesione non grave ma dolorosa, può imperversare tra cinque e dieci giorni.

 

Lo stiramento: causato da un allungamento troppo sostenuto della fibra muscolare, si presenta con un dolore durante lo sforzo che può scomparire prima di riapparire nel corso della seduta successiva durante l'allungamento del muscolo lesionato. Riguarda principalmente la coscia e il polpaccio e necessita di un riposo da dieci a quindici giorni.

 

La distrazione e lo strappo muscolare: dovuti alla lesione di fibre muscolari, sono fonti di un dolore improvviso e molto intenso. Nell'ambito della pratica del fitness, la loro causa principale è la contrazione eccessiva del muscolo. Una tale lesione necessita la consultazione di un medico e anche di un'ecografia per osservare l’importanza della lesione del muscolo.

 

Come evitare e alleviare le lesioni?

Anche se ogni lesione muscolare richiede un trattamento particolare e adatto, restano delle regole da applicare che vi permetteranno di limitarne la comparsa. Come spiegato precedentemente, riscaldarsi bene, allungarsi e idratarsi diminuiranno fortemente le probabilità di subire lesioni muscolari. Ma è soprattutto la conoscenza del proprio corpo e dei propri limiti che saranno importanti. Bisogna ascoltare i propri muscoli poiché alcuni segni precursori annunciano spesso le lesioni: queste ultime possono andare da semplici intorpidimenti a dolori più intensi. Non forzate quando sentite una stanchezza muscolare oppure quando una lesione precedente comincia a farsi sentire.

 

Un elenco di azioni giuste da fare una volta che compare il dolore: interrompere immediatamente lo sforzo, applicare il prima possibile del ghiaccio sul muscolo interessato poi massaggiarlo per parecchi giorni. Attenzione a non riprendere la pratica prematuramente prima che la lesione sia completamente guarita. Naturalmente è consigliata una visita dal medico per i casi più gravi.

 

Le lesioni muscolari sono quindi molteplici pur presentando diversi gradi di gravità. È tuttavia possibile attenuarne i rischi di comparsa facendo attenzione. Regola n°1: non trascurate mai il riscaldamento e non dimenticate di idratarvi regolarmente! Del resto, è appurato che i ballerini professionisti subiscono meno lesioni muscolari dato che gli allungamenti e i riscaldamenti sono fondamentali nel corso delle loro sedute di allenamento.

 

Restate in ascolto del vostro corpo per restare consapevoli delle vostre capacità reali. Sul lungo termine, un allenamento progressivo e controllato resterà sempre più positivo di un allenamento eccessivo che porta a lesioni che rallenteranno i vostri progressi.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vote
INIZIO PAGINA